venerdì 20 aprile 2018

Tiramisù alle Fragole


Tiramisù alle Fragole

Ingredienti per 4 persone:Fragole,Succo di Limone.Panna da Montare,Zucchero,Biscotti Pavesini.

Preparazione:Pulire le fragole con cura e lasciarle a macerare per circa un'ora nel succo limone.

Mettere il tutto nel frullatore fino ad ottenere una 'crema di fragole'.

Montare la panna aggiungendo alla fine un po' di zucchero (secondo i gusti).

Inzuppare bene i pavesini nella crema di fragole e formare uno strato sul fondo di una teglia (vanno bene anche quelle di alluminio usa e getta).

Ricoprire con uno strato di panna montata e ripetere gli strati fino a raggiungere il bordo della teglia o la fine degli ingredienti.

L'ultimo strato dovrà essere di panna, per poter permettere la realizzazione di motivi decorativi a piacere, magari utilizzando il 'sughetto' delle fragole.

Lasciare riposare in frigo per almeno un paio d'ore e gustare.


Fonte:http://www.paginainizio.com/public/ricette/recipe.php?recipe=00022713

sabato 10 marzo 2018

Aspic di mandarini festoso


Aspic di mandarini festoso


Ingredienti:

1,5 kg mandarino,1 albume,20 gr gelatina in fogli,4 rametto ribes rosso,q.b. zucchero


PREPARAZIONE:

1) Prepara la gelatina. Lascia ammorbidire i fogli di gelatina in una ciotola di acqua fredda per circa 10 minuti. Spremi il succo di 1 kg di mandarini (devi ottenere circa 5 dl di succo) e filtralo attraverso il colino a maglie fitte. Scalda 2 dl di succo in un pentolino, toglilo dal fuoco e unisci i fogli di gelatina ben strizzati mescolando, finché saranno completamente sciolti; quindi incorpora il succo dei mandarini rimasto. Lascia intiepidire la gelatina ottenuta.


2) Versa nello stampo. Sbuccia i mandarini rimasti, dividili a spicchi, spellandoli al vivo (puoi tenere da parte qualche scorzetta per la decorazione). Versa uno strato sottile di gelatina (circa 1 cm) sul fondo dello stampo; quindi mettilo in freezer per circa 10 minuti a solidificare. Sistema sopra uno strato di spicchi di mandarino, copri con altro strato di gelatina e metti nuovamente in freezer. Prosegui allo stesso modo, fino a terminare gli ingredienti, facendo ogni volta rassodare in frigo. Fai rassodare l'aspic per almeno 6 ore in frigorifero.


3) Completa e servi. Pulisci il ribes delicatamente. Sforma l'aspic delicatamente in un piatto da portata. Decora con il ribes e con la scorza del mandarino tagliata a listarelle, dopo averli brinati in albume e zucchero, e servi. Puoi completare con spicchi di mandarini pelati al vivo. Se vuoi, puoi accompagnare l'aspic con cioccolato fondente fuso con panna fresca.


Fonte:http://ricette.donnamoderna.com/aspic-di-mandarini-festoso

mercoledì 24 gennaio 2018

Ricetta crostata di ricotta e marmellata

Ricetta crostata di ricotta e marmellata

Ingredienti:

Per la pasta frolla:350 g di farina 00,125 g di zucchero,125 g di burro,1 uovo + 2 tuorli,1 limone


Per la farcitura:300 g di marmellata,350 g di ricotta,80 g di zucchero,2 albumi


Preparazione delle crostata di ricotta e marmellata

Per preparare questa buonissima crostata di ricotta e marmellata, dovete prima di tutto realizzare la pasta frolla: mettete quindi la farina ed il burro ancora freddo in una ciotola piuttosto ampia e iniziate a lavorarli con la punta delle dita fino ad ottenere un composto sabbioso. Quindi unite lo zucchero, la buccia grattugiata del limone, l’uovo ed i tuorli e continuate ad amalgamare fino a quando non ci saranno grumi e l’impasto apparirà bello liscio e omogeneo. A questo punto formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e mettetela a riposare in frigorifero a riposare per circa 30 minuti.


Una volta che la vostra frolla sarà pronta, stendetela su una spianatoia infarinata con l’aiuto di un mattarello antiaderente, imburrate e infarinate lo stampo per crostate e rivestitelo con la frolla. Ricordate di bucherellare il fondo della vostra crostata di ricotta e marmellata, per evitare che in fase di cottura si gonfi e si rompa la frolla.


A questo punto stendete la marmellata: potete scegliere voi il gusto che preferite ma vi consiglio di utilizzare una marmellata fatta in casa, per ottenere un risultato ancora più genuino e sano.


A parte, in una ciotola, preparare la crema di ricotta: mescolate quindi la ricotta con lo zucchero e poi aggiungete anche gli albumi, amalgamando bene il tutto. Mettete la vostra crema di ricotta in una sac a poche dal beccuccio largo e riempite tutta la crostata, quindi livellate bene la superficie con una spatola per dolci.


A questo punto mettete la crostata di ricotta e marmellata in frigorifero per 30 minuti in modo che si raffreddi e si addensi bene la crema di ricotta, quindi infornatela a 180° per circa 30 minuti. Una volta che la crostata sarà pronta, lasciatela raffreddare del tutto e quindi servitela.

mercoledì 17 gennaio 2018

PAPPA REALE: COS'È, I SUOI BENEFICI E LE CONTROINDICAZIONI


Tutto quello che bisogna sapere sulla pappa reale: cos’è quali sono i benefici e quali le possibili controindicazioni. Fa bene alla pelle, è un toccasana contro la caduta dei capelli ed è un alleato del nostro sistema immunitario. Ma non finisce qui, perché questa sostanza fa bene alla nostra salute per tanti altri motivi!

Sentiamo parlare di pappa reale molto spesso e sappiamo che fa bene alla nostra salute, ma poi effettivamente non sappiamo né cosa sia esattamente né in quali casi farne uso. È per questo che oggi abbiamo pensato di fare il punto della situazione spiegandovi cos’è la pappa realequali sono i suoi benefici e le eventuali controindicazioni che potrebbero presentarsi.

Usi e benedici della pappa reale

La pappa reale è una sostanza prodotta dalle ghiandole salivari delle api per nutrire le larve e l’ape regina, motivo per cui in molti la scambiano con il miele, ma si tratta di due cose molto diverse. La pappa reale ha tantissimi benefici per la nostra salute, soprattutto grazie alle sue comprovate proprietà antinfiammatorie che ne fanno un toccasana in caso di artrite. Questa sostanza prodotta dalle api, inoltre, è molto indicata in caso di colesterolo e per chi soffre di patologie del fegato o di pancreatite, ma la pappa reale viene usata spesso anche contro lo stress, in caso di fiacchezza e affaticamento e secondo diverse ricerche ha anche proprietà antitumorali. Inoltre, facendone un uso costante, ha effetti positivi anche sul nostro sistema immunitario ed è un ottimo alleato contro la stanchezza data dai cambi di stagione.

Infine il vantaggio della pappa reale è che è indicata in special modo per i bambini e gli anziani, ma anche per gli adulti in caso di debilitazione. Per questi soggetti questa sostanza è molto importante perché è in grado di stimolare l’appetito, accelerare la guarigione delle ferite, rafforzare le difese immunitarie e se la si consuma regolarmente può rivelarsi anche un ottimo rimedio naturale contro l'insonnia. 

Usi di bellezza della pappa reale

Tra i vari benefici della pappa reale ce ne sono alcuni che hanno a che fare con la bellezza e in particolare con la cura di pelle, unghie e capelli. In breve è una sostanza che contribuisce a ridurre la fragilità delle unghie e dei capelli, riducendone la caduta, ed è anche un ottimo rimedio naturale in caso di forfora. La pappa reale, inoltre, se usata direttamente sulla pelle, la nutre e la rende più morbida.

Controindicazioni della pappa reale

In realtà la pappa reale non ha tantissime controindicazioni se non in caso di allergia ai prodotti dell’alveare. Le persone con problemi di obesità dovrebbero però tenere conto che la pappa reale tende a stimolare l’appetito.


Fonte:http://www.donnaclick.it/salute-donna/182111/pappa-reale-cose-i-suoi-benefici-e-le-controindicazioni/

lunedì 8 gennaio 2018

Come realizzare capelli mossi o ricci?


Qual è il metodo migliore per asciugare i capelli e realizzare un effetto mosso? Abbiamo già visto come ottenere una piega liscia usando in modo strategico phon, spazzola e piastra, ma anche per realizzare onde morbide e naturali servono le giuste accortezze, altrimenti si rischia di ottenere un brutto effetto crespo. Di seguito alcune strategie per ottenere capelli ondulati o ricci.


Come fare i capelli mossi senza piastra

Se non si vogliono utilizzare le classiche piastre per capelli o un prolungato uso del phon ci sono vari metodi per ottenere un bell'effetto ondulato e naturale, vediamone alcuni.


1) La treccia: il metodo della treccia funziona bene se messo in pratica il giorno precedente, dunque prima di andare a letto è necessario lavare i capelli e applicare un prodotto per lo styling, quindi asciugare le radici e realizzare una treccia su tutta la lunghezza, dopodiché indossare una cuffia traforata. Al mattino seguente rimuovere la cuffia e sciogliere la treccia, dando un po' di volume con il phon a freddo e il diffusore.


2) I bigodini: un classico metodo per ottenere dei bei ricci è l'uso dei bigodini, più o meno grandi a seconda dell'effetto che si vuole realizzare. Anche in questo caso meglio lavare i capelli con uno shampoo volumizzante, quindi dividerli in ciocche e posizionare i bigodini fissandoli con forcine o becchi. Tenere in posa e asciugare con il phon, quindi rimuovere i bigodini e dare volume alle onde utilizzando il diffusore.

3) 

Capelli mossi col calzino

Il calzino: un po' insolito, ma efficace, è l'utilizzo del calzino per ottenere un effetto ondulato e naturale. Per applicarlo sui capelli occorre tagliare la punta in modo che diventi un tubo, quindi realizzare una coda alta sui capelli leggermente inumiditi, inserirvi il calzino e arrotolarlo dalla punta dei capelli fino a formare uno chignon sulla testa. Lasciare in posa almeno 7 ore, o per tutta la notte, quindi rimuoverlo.


Come fare i capelli mossi con la piastra

Usando abilmente phon e piastra è possibile modellare al meglio le onde che si vogliono ottenere, oltre che prolungarne la durata. Vediamo come utilizzare questi strumenti per ottenere l'effetto desiderato.


1) Spazzola e phon: questo metodo richiede una buona manualità ed un utilizzo prolungato del phon in combinazione con una spazzola tonda. Dopo aver lavato i capelli occorre applicare un prodotto per lo styling, quindi dividere la chioma in ciocche e arrotolare ciascuna ciocca sulla spazzola passando ripetutamente il phon con il beccuccio. Mettersi a testa in giù per dare volume ai capelli con le dita.


2) 

Capelli mossi con la piastra

La piastra: la piastra che normalmente si utilizza per realizzare i capelli lisci può essere utilizzata anche per ottenere l'effetto mosso. Dopo il lavaggio occorre asciugare completamente i capelli e suddividerli in ciocche non troppo spesse; quindi chiudere la chiocca all'interno della piastra, posizionata in diagonale, e arrotolarla su se stessa. Tenere in posa e rimuovere la piastra dopodiché, una volta ripetuta l'operazione su tutte le ciocche, fissare con il phon freddo.


3) Il ferro: il ferro apposito per ottenere i capelli ondulati è senza dubbio il metodo più semplice e professionale, oltre che di lunga durata. Occorre lavare i capelli il giorno precedente e asciugarli perfettamente dopo aver applicato una schiuma o un prodotto per capelli mossi. Dividere i capelli in ciocche e avvolgerle una ad una a spirale sulla barra del ferro (oppure seguire il metodo indicato in ciascun ferro, a seconda della tipologia), quindi rimuoverlo.


Fonte:http://www.paginainizio.com/genio/come-realizzare-capelli-mossi-o-ricci.html